RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Quadro RW: novità e casi pratici di compilazione

Numerose sono le novità di cui tener conto nella compilazione del Quadro RW del Mod. Unico 2015. Le novità, seppur rilevanti, non sono così significative rispetto a quelle introdotte lo scorso anno a seguito delle modifiche normative introdotte dalla L. 97/2013. La questione che genera maggiori complessità nella compilazione del Quadro RW è certamente quella relativa alla valorizzazione degli investimenti esteri , specie per ciò che concerne gli investimenti detenuti in Paesi non collaborativi . A tal proposito si ricorda che dal Mod. Unico 2014, relativo al periodo d’imposta 2013, il Quadro RW va compilato sia per assolvere gli obblighi di monitoraggio fiscale sia per il calcolo e la liquidazione delle patrimoniali estere . Ai fini della valorizzazione degli investimenti esteri, vanno utilizzati gli stessi criteri previsti per le patrimoniali estere. Nel presente lavoro, dopo aver delineato le novità che interessano la compilazione del quadro RW del Mod. Unico 2015, proporremo alcuni esempi di compilazione relativi alle tematiche che con maggior frequenza ci troviamo a dover affrontare.

Anagrafe tributaria: selezione dei soggetti da accertare

L’ Anagrafe tributaria , istituita mediante il D.P.R. 605/1973, è la banca dati che raccoglie tutte le informazioni fiscali relative ai contribuenti , sia persone fisiche che società, e che viene utilizzata dall’Amministrazione finanziaria per selezionare i soggetti da verificare e poi eventualmente accertare . Indubbiamente, l’ Anagrafe rappresenta un valido ausilio alla lotta all’ evasione poiché in essa confluiscono periodicamente ed automaticamente tutte le informazioni connesse ad un contribuente quali, ad esempio, le spese sostenute in un determinato anno d’imposta a titolo di contributi previdenziali, premi assicurativi, rate del mutuo, spese mediche, utenze domestiche, ristrutturazioni edilizie ed ancora. Inoltre, dal 2006 , all’interno dell’ Anagrafe tributaria è stata creata un’apposita sezione denominata Archivio dei rapporti che contiene i dati relativi, tra l’altro, all’accensione, variazione e la cessazione di qualunque tipologia di rapporto intrattenuto da qualsiasi contribuente (anche non residente nel nostro Paese) con banche , Poste e altri intermediari finanziari italiani e le movimentazioni effettuate.

COMMENTI

Reti di imprese

Parte il bando per l’erogazione delle agevolazioni finalizzate a sostenere programmi innovativi realizzati da Reti di imprese dell’intero territorio nazionale. I progetti devono essere diretti alla diffusione, condivisione e sviluppo produttivo delle tecnologie di fabbricazione digitale nel comparto artigianale e manifatturiero sostenibile. A sancirlo è il Decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo economico dell’11.5.2015. Le domande possono essere presentate a partire dall’ 1.7 e fino al 25.9.2015 , esclusivamente tramite Posta elettronica certificata (Pec). A fronte dei progetti finanziabili, i soggetti beneficiari potranno contare su un mix agevolativo costituito dalla concessione di un finanziamento agevolato e di un contributo a fondo perduto . Dovrà essere, in ogni caso, assicurata la copertura del programma di spesa con parte del Fondo patrimoniale o del Fondo consortile.

loader