COMMENTI

Revisione della disciplina degli interpelli

Il D.Lgs. 156/2015 ha eretto il diritto di interpello del contribuente a principio statutario ed ha realizzato un importante processo di omogeneizzazione delle tipologie esistenti sul piano procedurale. Il Legislatore ha, infatti, ridisegnato la disciplina dell’interpello prevedendone quattro tipologie, ha uniformato le modalità procedimentali accelerandone la tempestività ed ha generalizzato il principio del silenzio assenso in caso di mancata risposta nei termini da parte dell’Amministrazione finanziaria. Da ultimo il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 4 gennaio 2016 ha individuato le «Regole procedurali» del novellato istituto. 

Elenco di tutti gli argomenti

loader