COMMENTI

Ultime novità Inps per le imprese

La Circolare Inps 2.5.2017, n. 79 fornisce chiarimenti in tema di modifica della durata della prognosi riportata nel certificato di malattia . L’Istituto ha precisato che, in caso di guarigione anticipata rispetto alla data di fine prognosi, il lavoratore, per rientrare al lavoro, è tenuto a richiedere una rettifica del certificato in corso, al fine di documentare correttamente il periodo d’incapacità temporanea al lavoro. In presenza di un certificato con prognosi ancora in corso , il datore di lavoro non può consentire al lavoratore la ripresa dell’attività lavorativa; e il lavoratore deve osservare l’obbligo di correttezza nei confronti dell’Inps, ai fini della liquidazione della prestazione di malattia. L’ art. 1, co. 344 e 345, L. 11.12.2016, n. 232 (Legge di Bilancio 2017) prevede per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali di età inferiore a 40 anni l' esonero dal versamento del 100% dell' accredito contributivo presso l'assicurazione generale obbligatoria per l' invalidità , la vecchiaia e i superstiti , per un periodo massimo di 36 mesi. L’Inps, con la Circolare 11.5.2017, n. 85 , indica le specifiche modalità di fruizione dell’agevolazione. La misura degli interessi di mora per ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo , a decorrere dal 15.5.2017, è stata fissata al 3,50% in ragione annuale. Lo rende noto l’Inps con la Circolare 24.5.2017, n. 91 , nella quale specifica altresì che la tale misura trova applicazione anche per il calcolo delle somme dovute ai sensi dell’articolo 116, co. 9, L. 388/2000. Con la Circolare 2.5.2017, n. 80 , l’Inps, recependo quanto disposto dal D.L. 50/2017, rende noto che dal 24.4.2017, ferma restando la verifica della sussistenza di tutti gli altri requisiti previsti dalla normativa in materia di Durc, per la sussistenza della condizione di regolarità contributiva basta la manifestazione di volontà del debitore di avvalersi della definizione agevolata dei crediti iscritti a ruolo. Il Messaggio Inps 14.4.2017, n. 1652 informa che i buoni per prestazioni di lavoro accessorio richiesti alla data di entrata in vigore del D.L. 17.3.2017, n. 25 (che ne prevede l’abrogazione) possono essere utilizzati fino al 31.12.2017 .

loader