COMMENTI

Definizione agevolata delle liti pendenti

L’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in relazione alla definizione agevolata prevista dall' art. 11, D.L. 24.4.2017, n. 50, conv. con modif. dalla L. 21.6.2017, n. 96 (cd. Manovra correttiva 2017); tale disposizione prevede la definizione con modalità agevolate delle controversie tributarie in cui è parte l’ Agenzia delle Entrate tramite il pagamento degli importi indicati nell’atto impugnato che hanno formato oggetto di contestazione in primo grado e degli interessi da ritardata iscrizione a ruolo, escludendo quindi il pagamento delle sanzioni e degli interessi di mora . Sono definibili con tali modalità i giudizi il cui ricorso sia stato notificato alla controparte entro il 24.4.2017 (data di entrata in vigore del decreto-legge in esame) per le quali, alla data di presentazione della domanda di definizione agevolata, il processo non si sia concluso con pronuncia definitiva .

Elenco di tutti gli argomenti

loader