COMMENTI

Nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale

L'art. 9-bis, D.L. 24.4.2017, n. 50, conv. con modif. dalla L. 21.6.2017, 96 (cd. «Manovra correttiva») ha previsto l’ istituzione e l’ elaborazione graduale degli indici sintetici di affidabilità fiscale (comunemente denominati «Isa») per gli esercenti attività d'impresa , arti o professioni , al fine di sostituire gradualmente gli studi di settore , di favorire l' emersione spontanea dei redditi imponibili , di stimolare l' assolvimento spontaneo degli obblighi tributari e di rafforzare la collaborazione tra l'Amministrazione finanziaria e i contribuenti, anche attraverso l'utilizzo di forme di comunicazione preventiva rispetto alle scadenze fiscali. In attuazione della predetta norma, l'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n. 191552 del 22.9.2017, ha individuato i primi 70 indici sintetici di affidabilità che dovranno essere elaborati entro la fine di quest'anno e che potranno essere già applicati, a seguito di approvazione con Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, da una platea di circa 1,4 milioni di contribuenti, a decorrere dal periodo d'imposta 2017 nel Mod. Redditi 2018, al posto degli studi di settore. I contribuenti che risulteranno « affidabili » agli Isa avranno accesso a significativi benefici premiali , tra cui l’ impossibilità di subire accertamenti analitico-induttivi , termini di decadenza più brevi per il potere di accertamento e l' esonero , entro determinati limiti, dall'apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti d'imposta.

loader