RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Omessi versamenti di tributi doganali e accise

Il D.L. 193/2016 (cd. Decreto fiscale) ha introdotto la possibilità di ricorrere al ravvedimento operoso anche in relazione ai tributi doganali ed alle accise , amministrati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. A seguito di tale previsione normativa, è, inoltre, ora possibile utilizzare il ravvedimento anche laddove siano iniziati accessi , ispezioni e verifiche o altre attività da parte dell’ufficio, purché non siano già stati notificati avvisi di pagamento o atti di accertamento . In alternativa al ravvedimento , l’operatore doganale può ricorrere alla revisione dell’ accertamento su istanza di parte , attraverso la quale si procede a regolarizzare la dichiarazione doganale precedentemente presentata dopo che i beni oggetto dell’ accertamento sono già stati lasciati alla libera disponibilità dell’operatore o sono già usciti dal territorio doganale e ciò senza l’applicazione delle eventuali sanzioni amministrative previste. La nuova disciplina, in vigore dal 3.12.2016, infine, trova applicazione anche in relazione alle violazioni che in tale data siano state già constatate, a patto che l’Ufficio non abbia perfezionato la notifica dei conseguenti avvisi di pagamento o di atti di accertamento .

COMMENTI

Principi per la redazione dei piani di risanamento

Il Cndcec ha approvato il documento a cura di Aidea, Andaf, Apri e Ocri che formalizza, per la prima volta, le metodologie raccomandate per la predisposizione del piano di risanamento , fondate sulla rimozione delle cause dello stato di crisi , che presuppone, pertanto, un’adeguata e trasparente analisi dell’ azienda . I «Principi» descrivono le attività da svolgere in funzione della redazione del piano, come la definizione di alcuni profili fondamentali: la strategia generale di risanamento , la manovra finanziaria, l’ action plan , i dati prospettici – costituiti dai modelli previsionali di Conto economico, Stato patrimoniale, piano finanziario e di tesoreria – e la dimostrazione della sostenibilità del piano attraverso appositi « stress test ». Il documento propone, inoltre, alcune semplificazioni per micro, piccole e medie imprese.

IVA

Sistema dell'Iva Ue

Come noto, attualmente il sistema di raccolta dell' Iva 1 nelle transazioni commerciali tra Stati membri dell'Unione prevede che nel Paese di origine del bene o del servizio la transazione venga esonerata dall'Iva, ovverosia viene prevista la delocalizzazione nella riscossione dell’imposta e, quest’ultima, viene poi versata nel Paese di destinazione 2 .

Elenco di tutti gli argomenti

loader