RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Compliance privacy

Date le rilevanti novità contenute nel Regolamento europeo sul trattamento dei dati personali 27.4.2016, n. 679 (GDPR), il Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili nell’aprile scorso, oltre ad emanare interessanti chiarimenti sui nuovi adempimenti privacy , ha formalizzato delle utili e pratiche Check list per gli Studi professionali che aiutano i professionisti a verificare se il loro Studio sia conforme alla normativa europea , e in caso negativo, suggerisce strategie e azioni di rimedio per diventare compliant . Adottando il modello sassone, il Cndcec propone strumenti pratici ed operativi consistenti in 8 pratiche Check list tematiche , dedicate ad argomenti distinti , e in una tabella di mappatura delle categorie dei dati raccolti , trattati e conservati , da utilizzare al fine di valutare il livello di adeguamento degli Studi professionali alle nuove disposizioni del GDPR. Si ricorda che il Codice della privacy (D.Lgs. 30.6.2003, n. 196), che regola la materia del trattamento dei dati personali nell’ordinamento italiano, è stato recentemente « adeguato » con la normativa europea. Il decreto di adeguamento del Codice della privacy al GDPR è stato emanato con il D.Lgs. 10.8.2018, n. 101 .

COMMENTI

Società agricole

Con la R.M. 11.4.2018, n. 28/E sono stati forniti chiarimenti in relazione a molteplici aspetti del regime di tassazione catastale applicabile – su opzione - da parte delle società di capitali agricole . L’Agenzia delle Entrate risponde alle domande poste in sede di interpello per fornire chiarimenti in merito all’ omessa opzione per la tassazione catastale in luogo dell’ordinaria tassazione del reddito d’impresa. Vengono altresì forniti chiarimenti in merito alla possibilità, per la società di capitali agricola, di partecipare alla tassazione di gruppo e alla fruizione dell’ eccedenza per l’ Aiuto alla crescita economica (Ace), come pure alla possibilità di rateizzare le plusvalenze derivanti dalla vendita di un immobile . Viene, infine, chiarito se, in presenza di interessi passivi indeducibili maturati in periodi di imposta a tassazione «ordinaria», sia possibile dedurre o meno gli stessi, anche in vigenza di una tassazione «catastale».

Finanziamenti e transfer pricing

L’Ocse ha diramato in data 3.7.2018 la bozza di consultazione connessa al Report Beps Action 8-10 in tema di Transfer Pricing per le transazioni finanziarie . Le osservazioni da parte degli operatori dovranno giungere entro il 7.9.2018, inviando un’email a TransferPricing@oecd.org. Il documento si suddivide in due parti principali . La prima parte fornisce una guida all’applicazione dei principi contenuti nella Sezione D.1 del Capitolo.1 delle linee guida in materia di TP da ultimo diramate nel luglio 2017, anche alle transazioni finanziarie infragruppo . La seconda parte della bozza di discussione, invece, solleva tutta una serie di questioni relative alla determinazione del prezzo del rapporto finanziario infragruppo ( funzione di tesoreria, cash pooling , hedging ) .

Responsabilità dei sindaci delle società quotate

L’Assonime, nel recente arresto 9/2018 « Sistema dei controlli interni e vigilanza dei sindaci di società quotate nella più recente giurisprudenza », si è soffermata su quei principi di diritto enucleati dalla giurisprudenza che hanno qualificato il Collegio sindacale delle società quotate come « supervisore di ultima istanza della società anche con riguardo all’adeguatezza del sistema dei controlli interni » segnalando, però, il rischio di sconfinare in un regime di responsabilità da ruolo o da posizione che prescinde dall’effettiva osservanza da parte dei sindaci della diligenza dovuta.

IVA

Manutenzioni su beni di terzi

Con l’Ordinanza interlocutoria 22089/2017, la Sezione tributaria della Corte di Cassazione ha rimesso alle Sezioni Unite la pronuncia in merito all’ inerenza delle spese sostenute dall’impresa per la ristrutturazione di un immobile detenuto in locazione . La questione è stata sollevata ai fini del riconoscimento del diritto di detrarre l’ Iva ed ottenere l’eventuale rimborso della stessa ma assume rilevanza anche con riguardo alla deducibilità delle stesse spese in sede di determinazione del reddito d’impresa . Pronunciandosi sulla vicenda, le Sezioni Unite della Cassazione hanno stabilito con la Sentenza 11533/2018, che deve riconoscersi il diritto alla detrazione Iva per lavori di ristrutturazione o manutenzione anche in ipotesi di immobili di proprietà di terzi , purché sia presente un nesso di strumentalità con l'attività d'impresa o professionale, anche se quest'ultima sia potenziale o di prospettiva; e ciò pur se - per cause estranee al contribuente - la predetta attività non abbia poi potuto concretamente esercitarsi.

Credito d'imposta per investimenti al Sud

Il Mise con il Decreto Direttoriale 23.4.2018 ha disciplinato la procedura di ammissione alle risorse P.O.N. per le acquisizioni di beni strumentali nuovi di cui al credito d’imposta investimenti al Sud , L. 208/2015, effettuati a partire dall’ 1.3.2017 e fino al 31.12.2019 , a seguito delle modifiche introdotte dall’art. 7-quater, D.L. 29.12.2016, n. 243. Il Decreto ridefinisce gli obblighi di rendicontazione delle spese delle Pmi beneficiarie del credito d’imposta modificando i termini e la modulistica da utilizzare per tutti i progetti ammessi al cofinanziamento con risorse P.O.N .

loader