COMMENTI

Modello 730 precompilato

L'Agenzia delle Entrate utilizza le informazioni disponibili in Anagrafe tributaria, i dati trasmessi da parte di soggetti terzi e i dati contenuti nelle certificazioni dei sostituti d'imposta, per mettere a disposizione dei contribuenti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati (quindi, anche i pensionati), entro il 15 aprile , la dichiarazione 730 relativa ai redditi prodotti nel 2018 già precompilata, almeno parzialmente. Il contribuente può trasmettere tale dichiarazione senza fare alcuna modifica oppure può provvedere con l’integrazione o la variazione dei dati indicati.

Comunicazione dei dati

Al fine di permettere all’Agenzia delle Entrate di rendere disponibili le dichiarazioni dei redditi precompilate ai titolari di reddito da lavoro e assimilati, l’ art. 3, co. 4, D.Lgs. 175/2014 demanda al Mef l’individuazione dei termini e delle modalità per la trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle spese che danno diritto a deduzioni e detrazioni da indicare. In ossequio a tale disposizione il Mef e l’Agenzia delle Entrate con una serie di decreti e di provvedimenti hanno individuato le spese che devono essere comunicate e le modalità nonché i termini di trasmissione . Con il Provv. Agenzia Entrate 27.2.2019 l’Agenzia ha disposto che « esclusivamente con riferimento alle spese sostenute nel 2018, i soggetti individuati dal … articolo 2 del citato decreto trasmettono i dati relativi alle spese sostenute dal condominio … entro l’8 marzo 2019 ».

Modello 730/2019 – Novità

Con il Provv. Agenzia Entrate 15.1.2019 (modificato dal Provv. Agenzia Entrate 19.3.2019) è stato approvato il modello 730/2019 . Tra le novità di maggior rilievo si evidenziano le detrazioni d’imposta per le seguenti spese: > abbonamento al trasposto pubblico; > assicurazioni contro gli eventi calamitosi ; > strumenti e ausili in caso di disturbi dell’apprendimento ; > sistemazione a verde di aree private.

Redditi da dichiarare

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730 . Il contribuente deve controllare se è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi – modello 730 o modello Redditi – oppure se è esonerato . Il contribuente è tenuto a presentare la dichiarazione se ha conseguito redditi nell’anno 2018 e non rientra nelle ipotesi di esonero previste dalla normativa di riferimento. La dichiarazione deve comunque essere presentata se le addizionali all’Irpef non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta . La dichiarazione deve essere presentata anche se sono stati percepiti esclusivamente redditi che derivano dalla locazione di fabbricati per i quali si è optato per la cedolare secca . La dichiarazione può essere presentata, anche in caso di esonero, per dichiarare eventuali spese sostenute o fruire di detrazioni o per chiedere rimborsi relativi a crediti o eccedenze di versamento che derivano dalle dichiarazioni degli anni precedenti o da acconti versati per il 2018.

Oneri detraibili e deducibili

Nel Quadro E vanno indicate le spese sostenute nell’anno 2018 che danno diritto a una detrazione d’imposta o a una deduzione dal reddito. In particolare, si tratta di: spese per familiari a carico, spese sanitarie, spese per veicoli per persone disabili e spese per l’acquisto di cani guida, spese per l’acquisto o la costruzione della prima casa, spese per interventi di ristrutturazione o di risparmio energetico, bonus mobili e assicurazioni vita, infortuni, invalidità e non autosufficienza.

loader