COMMENTI

Iva

IVA

Novità Iva della Legge di Bilancio 2019

Sia la Legge di bilancio 2019 (L. 30.12.2018, n. 145 pubblicata sul S.O. n. 62/L alla G.U. 31.12.2018, n. 302), sia il Decreto fiscale collegato (D.L. 23.10.2018, n. 119, conv. con modif. dalla L. 17.12.2018, n. 136) contengono novità fiscali (tra le quali l'estensione del regime forfettario, la proroga di detrazioni e bonus, la riapertura dei termini delle rivalutazioni, il saldo e stralcio dei debiti tributari e previdenziali) per imprese e persone fisiche. Alcuni interventi riguardano l’IVA: vengono qui esaminati quelli contenuti nella Legge di bilancio.

Fatturazione e registrazione

Al fine di coordinare le disposizioni in tema di IVA rispetto alle modalità di emissione della fattura – che dal 2019 sarà elettronica, salvo poche eccezioni - sono state introdotte (dal D.L. 119/2018 e dalla Legge di bilancio 2019) alcune semplificazioni in tema di: Inoltre, per rendere meno onerosi gli adempimenti previsti in capo ai commercianti al minuto (i quali dovranno trasmettere in via telematica i corrispettivi giornalieri mediante appositi misuratori telematici), viene introdotta una disciplina semplificata per la tenuta con sistemi elettronici del registro dei corrispettivi di cui all’art. 24, co. 1, D.P.R. 633/1972.

Fatturazione elettronica delle prestazioni sanitarie

Molte le novità che hanno interessato, anche prima del suo massiccio debutto, la fatturazione elettronica: gli ultimi interventi provengono prima dal D.L. 119/2018 e poi dalla Legge di bilancio 2019 che modifica il D.L. 119 qualche giorno dopo la sua conversione in legge. Interessanti novità riguardano gli obblighi di fatturazione delle prestazioni sanitarie: per talune di queste prestazioni – se trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria - è stato previsto il divieto (e non l’esonero) dalla fatturazione elettronica.

IVA

Trasmissione telematica dei corrispettivi

Dal 2020 tutti i commercianti al minuti trasmetteranno in via telematica i corrispettivi conseguiti. Alcuni inizieranno da metà anno 2019. A seguito dell’assolvimento di questo nuovo obbligo – che richiederà un investimento per l’adeguamento tecnologico (in parte rimborsato dal Fisco mediante l’attribuzione di un credito d’imposta) – potrà iniziale la “lotteria” degli scontrini, oggetto di un successivo commento.

«Lotteria» degli scontrini

Gli acquirenti potranno partecipare alla “lotteria” degli scontrini; ma solo dal 2020, in quanto la previsione di avvio – inizialmente prevista dall’ 1.1.2018 – non è mai stata attuata. Ciò in quanto l’introduzione di tale lotteria richiede che gli esercenti attività di commercio al minuto siano in grado di trasmettere i dati dei corrispettivi in via telematica all’Agenzia delle Entrate (si veda il commento precedente).

Bollo

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Come precisato dall’Agenzia delle Entrate con C.M. 14.4.2015, n. 16/E, la modalità di versamento dell’imposta per i documenti informatici, tra cui rientrano le fatture elettroniche, differisce dalla disciplina prevista dagli artt. 15 e 15-bis, D.P.R. 642/1972 per l’assolvimento dell’imposta di bollo in modo virtuale. Il D.M. 28.12.2018 ha stabilito – a far data dai documenti emessi dall’ 1.1.2019 - nuove modalità e nuovi termini di versamento per il bollo dovuto sulle fattura elettroniche.

Redditi di impresa

Riporto delle perdite fiscali

La Legge di bilancio 2019 riscrive la disciplina delle perdite fiscali dei soggetti IRPEF, al fine di equiparare il trattamento fiscale delle perdite dei soggetti in contabilità semplificata ed ordinaria ed introdurre per entrambi il limite quantitativo dell’80% già previsto per i soggetti IRES.

Agevolazioni

Regime forfettario e Flat Tax

Viene incrementato il limite di ricavi/compensi (65.000 euro) che consente l’applicazione del regime forfettario, ma nel contempo se ne modificano i requisiti di accesso e le cause di esclusione. Inoltre si introduce, ma solo dal 2020, un regime di tassazione mediante imposta sostitutiva del 20% per le persone fisiche che esercitano attività di impresa o di lavoro autonomo e che hanno realizzato ricavi o compensi fino a 100.000 euro.

Tassazione agevolata degli utili reinvestiti

Il costo incrementale degli investimenti in beni strumentali e per il personale, supportato da utili precedentemente accantonati a riserve disponibili, potrà – a partire dal 2019 – essere assoggettato ad una aliquota IRES del 15%.

Irpef

Rivalutazione e novità per le persone fisiche

Alcuni interventi sulla fiscalità che interessa le persone fisiche riguardano la riproposizione della rideterminazione del costo fiscale di terreni e partecipazioni; ma ad un costo (imposta sostitutiva) più elevata rispetto a quanto avvenuto negli ultimi anni. La Legge di bilancio 2019 interviene anche con delle novità in relazione alla tassazione di particolari fattispecie.

Detrazioni e bonus per le persone fisiche

La Legge di bilancio 2019 proroga i benefici degli anni precedenti per il recupero del patrimonio edilizio, per gli interventi di risparmio energetico e per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. Altre detrazioni sono concesse per l’approntamento di colonnine per la ricarica di auto elettriche, per la rimozione dell’amianto, come pure i contributi per lo sport e la cultura.

Riscossione

Rottamazione-ter: nuove scadenze

La conversione in legge del D.L. 119/2018, che ha riproposto (per la terza volta) la definizione agevolata (cd. rottamazione) dei carichi – tributari e contributivi - affidati all’Agenzia delle Entrate-Riscossione, porta con sé una diversa dilazione dei pagamenti (fino a 18 rate). I ruoli affidati nel periodo 1° gennaio 2000-31 dicembre 2017 possono essere estinti evitando di pagare le sanzioni (amministrative) e gli interessi di mora, ma limitandosi a pagare: - capitale e interessi per ritardata iscrizione a ruolo; - aggio di riscossione, calcolato sulle somme di cui sopra (quindi capitale ed interessi, ed escluse le sanzioni e gli interessi di mora); - spese per eventuali procedure esecutive e di notifica dei carichi. Le posizioni debitorie possono essere estinte in rate entro 5 anni.

Saldo e stralcio dei debiti tributari e previdenziali

A completamento della “pace fiscale”, la Legge di bilancio 2019 prevede – per i soggetti in grave difficoltà economica – la possibilità di accedere al “saldo e stralcio” delle somme iscritte a ruolo fino al 2017. L’agevolazione, strutturata come la rottamazione-ter, consiste nel pagare una parte del tributo e, al pari della rottamazione, nella cancellazione delle sanzioni e degli interessi di mora.

Registro

Novità per imposte di registro e di bollo

Viene posta fine all’incertezza circa la natura (retroattiva o meno) dell’intervento della Legge di bilancio 2018 che aveva stabilito che l’imposta di registro si applica sulla base dell’atto presentato per la registrazione, indipendentemente dagli atti ad esso collegati. Un interessante intervento riguarda il bollo dovuto sugli atti di associazioni e società sportive dilettantistiche.

loader