RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Bilancio di esercizio: modalità e termini di formazione Bilancio di esercizio, modalità e termini di formazione Bilancio di esercizio: modalità e termini di formazione

A seguito degli aggiustamenti contabili di fine anno (scritture assestamento) al fine di redigere un bilancio nel rispetto del criterio di competenza, l’organo amministrativo deve redigere la bozza di bilancio da sottoporre all’organo sociale che lo dovrà approvare (in genere i soci). Il Codice civile prevede il rispetto di alcune fasi , contrassegnate da precisi termini per effettuare i vari adempimenti, pena l’applicazione di rilevanti sanzioni. In questa sede ci soffermeremo su quelli che sono gli ordinari termini per gestire le varie fasi che portano all’approvazione del bilancio d’esercizio, ricordando che il Dl 17 marzo 2020, n. 18 ha rinviato i termini dato che, a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 (cd. coronavirus), sono stati emanati appositi Dpcm che vietano l’assembramento di persone.

Progetto di bilancio e successiva approvazione Progetto di bilancio e successiva approvazione

Analizziamo le modalità e i termini di approvazione del progetto di bilancio da parte dell’organo amministrativo (es. il Consiglio di amministrazione) e del bilancio da parte dell’organo deliberativo (es. l’assemblea dei soci). Quest’anno, in considerazione dell’emergenza sanitaria derivante dalla pandemia da COVID-19, le riunioni – degli amministratori e dei soci – possono avvenire a distanza, come disposto dal Dl 17 marzo 2020, n. 18 .

IVA

Dichiarazioni d'intento

L’articolo 1, Dl 29 dicembre 1983, n. 746, recentemente modificato ad opera dell’ articolo 12-septies, Dl 30 aprile 2019, n. 34 , consente agli esportatori abituali di inviare una dichiarazione di intento ai propri fornitori al fine di effettuare acquisti senza applicazione dell’Iva . In questo modo l’esportatore abituale riesce a limitare il rischio di andare a credito di iva e a dover conseguentemente attivare le procedure di rimborso. L’ articolo 12-septies, Dl 34/2019 ha introdotto diverse semplificazioni, ma anche un inasprimento delle sanzioni. Il provvedimento agenzia delle Entrate 27 febbraio 2020 ha aggiornato il modello di dichiarazione d’intento utile al fine di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell’imposta sul valore aggiunto, connesso con relative istruzioni e specifiche tecniche per la trasmissione telematica dando attuazione alle disposizioni dell’articolo 12-septies, Dl 30 aprile 2019, n. 34 (cd. decreto Crescita).

COMMENTI

IVA

Indennità di perdita di avviamento commerciale

Con sentenza n. 29180/2019 , la Corte di Cassazione ha stabilito che l’indennità per la perdita dell’avviamento commerciale non ha natura corrispettiva , ma rientra tra le somme dovute a titolo di risarcimento del danno , penalità, ritardi o altre irregolarità contrattuali, che non concorrono alla formazione della base imponibile Iva, ai sensi dell’articolo 15, Dpr 633/1972. Nel contesto, il giudice di legittimità spiega che se questa indennità non è legata a una prestazione, anche non caratteristica, del conduttore a svolgersi in costanza di rapporto, ma consegue al mero rilascio dei locali e, quindi, alla cessazione degli effetti del contratto ed è, inoltre, finalizzata a compensare la perdita di clientela del conduttore (spostando dal locatore al conduttore alcune delle risorse incorporate nel valore locatizio non dovute alla natura dell'immobile locato), deve escludersi che vi sia un nesso diretto tra il servizio contrattuale reso (la messa a disposizione dei locali) e il controvalore ricevuto (l'indennità).

loader