RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Modello 730, CU, esterometro: presentazione

La L. 19.12.2019, n. 157 , di conversione del D.L. 124/2019, prevede, con decorrenza dall’1.1.2021 , il differimento al 30 settembre del termine di presentazione del modello 730 , indipendentemente dalla modalità di presentazione prescelta dal contribuente. Sempre con decorrenza dall’1.1.2021, cambieranno i termini per la consegna delle certificazioni uniche al contribuente-sostituito e per la trasmissione delle stesse all’Agenzia delle Entrate: dal 2021 i suddetti adempimenti dovranno essere effettuati entro il medesimo termine del 16 marzo . In ambito Iva , è stato previsto, invece, che la trasmissione telematica dei dati relativi alle operazioni transfrontaliere effettuate e ricevute dai soggetti passivi Iva (cd. esterometro ) avverrà, con decorrenza dall’ 1.1.2020 , con cadenza trimestrale , ovverosia entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento (e non più entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di emissione del documento o di registrazione della fattura). Un’ulteriore modifica concerne, infine, i termini di pagamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche : se il tributo dovuto non supera la soglia annua di € 1.000, il versamento può essere assolto con cadenza semestrale, entro il 16 giugno ed entro il 16 dicembre di ciascun anno, in luogo della scadenza trimestrale che rimane confermata per importi superiori alla predetta soglia.

Tributi locali

È stato convertito in legge il decreto fiscale ( D.L. 26.10.2019, n. 124 ) collegato alla manovra di bilancio 2020, contenente importanti novità sul fronte della fiscalità locale , alcune previste dalla versione originaria del D.L. (la compartecipazione dei Comuni al recupero delle entrate erariali, la nuova imposta immobiliare sulle piattaforme marine), altre introdotte in sede di conversione in legge (l’estensione del ravvedimento operoso, il riversamento diretto del tributo provinciale correlato alla Tari, nuove tariffe dell’imposta di soggiorno, modifiche alla disciplina della Tari e ai coefficienti applicativi). Vediamo nel dettaglio quali sono le novità previste dalla L. 19.12.2019, n. 157 di conversione del D.L. 124/2019.

COMMENTI

Appalti: ritenute, compensazioni e reverse charge

La L. 19.12.2019, n. 157 di conv. con modif. del D.L. 26.10.2019, n. 124 (cd. Decreto fiscale) ha apportato, rispetto alla sua formulazione originaria, rilevanti modifiche alla nuova disciplina su ritenute d’acconto e compensazioni in materia di appalti applicabile dall’ 1.1.2020 (art. 4) . Nonostante il significativo alleggerimento degli obblighi amministrativi e la riduzione dell’ambito di ricaduta della nuova disciplina, gli effetti delle novità mantengono un loro peso nell’operatività delle aziende interessate. Viene inoltre confermata senza modifiche la nuova ipotesi di reverse charge per le esternalizzazioni labour intensive svolte presso la sede del committente .

loader