RUBRICHE

L'ADEMPIMENTO DELLA SETTIMANA

Unico 2015 Società di persone

Con il Provv. Agenzia Entrate 30.1.2015 è stato approvato il Mod. Unico SP 2015 che società semplici , S.n.c. , S.a.s. ed equiparate sono tenute a presentare nell’anno 2015 ai fini delle imposte sui redditi e dell’ Iva . Il termine di presentazione, da effettuare esclusivamente con il canale telematico , coincide con il 30.9.2015 . I Quadri interessati dalle novità di maggior spicco sono, oltre al frontespizio, RD (reddito di allevamento di animali e reddito derivante da produzione di vegetali e da altre attività agricole), RG (redditi di impresa in regime di contabilità semplificata), RT (plusvalenze di natura finanziaria), RN (redditi della società o associazione da imputare ai soci o associati) e RS (prospetti comuni ai Quadri RD, RE, RF, RG, RH, RJ e prospetti vari). Per la prima volta in assoluto fanno la loro comparsa le istruzioni generali comuni ai modelli delle società e degli enti (Modd. Unico SP, SC e ENC), che risultano accorpate in un fascicolo separato rispetto alle istruzioni specifiche del singolo modello dichiarativo.

COMMENTI

Tabelle Aci 2015 e rimborsi chilometrici

Le Tabelle Aci , pubblicate annualmente, vengono utilizzate principalmente al fine del corretto calcolo delle somme da attribuire ai dipendenti o collaboratori che utilizzano nell’ambito dell’attività lavorativa la propria autovettura ovvero l’autovettura di proprietà del datore di lavoro. Nel primo caso, le Tabelle consentono di calcolare i rimborsi chilometrici da corrispondere al dipendente al fine di reintegrare le spese da questi sostenute per l’utilizzo della propria autovettura in occasione di trasferte lavorative all’interno o al di fuori del territorio comunale nel quale ha sede l’impresa. Nel secondo caso le Tabelle consentono il calcolo del cd. fringe benefit nell’ipotesi di utilizzo promiscuo dell’autovettura messa a disposizione da parte del datore di lavoro. In tal caso, attraverso le Tabelle Aci viene quantificato il reddito in natura attribuibile al dipendente ricollegabile all’utilizzo personale dell’autovettura.

Reddito dei frontalieri

Con la Legge di Stabilità 2015 (L. 23.12.2014, n. 190) s’innalza l’ esenzione Irpef per i lavoratori frontalieri. Nel dettaglio, il co. 690 della Legge di Stabilità 2015 innalza la franchigia Irpef per i lavoratori frontalieri, con effetto dall’1.1.2015, da € 6.700 a € 7.500. Con la richiamata disposizione normativa, il Legislatore fa un parziale passo indietro rispetto al precedente intervento operato con l'art. 29, co. 16-sexies, 29.12.2011, n. 216, conv. con modif. dalla L. 24.2.2012, n. 14 [CFF6246] che aveva prorogato l'agevolazione per i cd. frontalieri, prevedendo, però, una sensibile riduzione della soglia di esenzione, che era scesa da € 8.000,00 ad € 6.700,00 .

IMU

Imu e terreni agricoli

Affinché possa essere applicata l’ esenzione Imu per i terreni agricoli situati in zone parzialmente montane , è necessario che detti terreni, posseduti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali (Iap) iscritti nella previdenza agricola, siano concessi in affitto o comodato ad altrettanti Iap e Cd, sempre iscritti alla previdenza agricola. Inoltre, se un Comune, per l’anno 2014, non ha deliberato le aliquote per i terreni agricoli , l’ aliquota applicabile per i terreni in questione sarà quella di base pari a 0,76% . Infine, i soggetti che hanno effettuato versamenti dell’ Imu per i terreni che in base ai vecchi criteri risultavano imponibili e che, invece, in virtù dei nuovi criteri – introdotti, a partire dal 2014, dal D.L. 4/2015 – sono esenti dall’ Imu hanno diritto a richiedere il rimborso di quanto versato o a effettuare la compensazione se prevista dal regolamento comunale. Questi sono i chiarimenti che il Dipartimento delle finanze del Ministero ha diffuso con la R.M. 3.2.2015, n. 2/DF.

Bed & breakfast

Via libera ai bed & breakfast negli appartamenti (un fenomeno, in forte espansione non soltanto nelle città d’arte, che spesso incontra la resistenza degli altri inquilini dello stabile); questo per effetto della Sentenza 20.11.2014, n. 24707, emessa dalla Corte di Cassazione, secondo cui le attività di bed & breakfast non comportano un utilizzo diverso degli immobili da quelle che sono le civili abitazioni e non possono determinare danni per gli altri condomini . Adesso chi vuole aprire un’attività di bed & breakfast può farlo anche all’interno di un condominio senza che tale attività comporti una variazione della destinazione d’uso . Non occorre neppure l’approvazione dell’ assemblea considerato che non si tratta di un’attività che può arrecare pregiudizio agli altri condomini. A questo punto occorre, quindi, soffermarsi sugli adempimenti necessari all’apertura di un b&b , fermo restando la necessaria focalizzazione dell’inquadramento dell’attività da esercitare (occasionale o imprenditoriale). Dal tipo di scelta effettuata scaturiscono obblighi fiscali e previdenziali diversi.

Spese per incrementi patrimoniali

Come è noto, gli incrementi patrimoniali , cioè gli investimenti effettuati per finalità di tipo privato o familiare, assumono rilevanza nell’ accertamento sintetico quali indicatori di ricchezza . Tuttavia, se il bene è stato acquistato in comproprietà con altri, il relativo reddito «sintetico» non può essere automaticamente imputato al contribuente accertato, ma, se mancano elementi contrari, deve essere attribuito in maniera proporzionale alla quota acquistata. Queste sono le conclusioni cui è giunta la Corte di Cassazione con la Sentenza 19.11.2014, n. 24595 . In caso quindi di comproprietà , l’Ufficio accertatore potrebbe imputare l’intera spesa a uno solo dei comunisti solamente previa dimostrazione che questi ha materialmente sostenuto l' esborso monetario .

Programma «Garanzia Giovani»

Con il Messaggio 9.10.2014, n. 7598, l’Inps ha fornito le istruzioni operative in merito all’ invio on line delle istanze di ammissione agli incentivi all’assunzione riferiti al Programma « Garanzia Giovani ». Il Programma «Garanzia Giovani» è il Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile e prevede lo stanziamento di una serie di fondi in favore degli Stati membri al fine di favorire politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, dei giovani che non sono impegnati in un' attività lavorativa , né inseriti in un percorso scolastico o formativo . La fruizione dell’ incentivo , originariamente ammissibile per le assunzioni effettuate a far data dal 3.10.2014, è stata da ultimo estesa, con il Decreto direttoriale 2.12.2014, n. 63 alle assunzioni effettuate dall’1.5.2014, nei limiti delle risorse specificamente stanziate. Il succitato messaggio comunica che, a decorrere dal 10.10.2014, i datori di lavoro privati , interessati ad assumere a tempo determinato o indeterminato nell’ambito del Programma «Garanzia Giovani», possono inoltrare la domanda preliminare di ammissione ai benefici previsti utilizzando il Modulo telematico Gagi e richiedere la prenotazione dell’importo spettante.

Elenco di tutti gli argomenti

loader