Con questo numero

RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Nuove proroghe, come cambia il calendario

Il Governo dispone ulteriori proroghe dei pagamenti, con diverse scadenze concentrate tutte nello stesso giorno, cioè il 16 settembre 2020. Tra le nuove proroghe, sono stati “ripescati” i pagamenti delle comunicazioni di irregolarità, cosiddetti avvisi bonari, che erano stati ignorati dai precedenti provvedimenti. Le vecchie e nuove proroghe sono contenute nel decreto “Rilancio” che, però, non si occupa del versamento a saldo delle imposte e dei contributi dovuti per il 2019 e del primo acconto per il 2020, in relazione ai modelli Redditi 2020, per l’anno 2019, la cui scadenza resta al momento in calendario il 30 giugno 2020, con possibile spostamento al 30 luglio 2020, con lo 0,40% in più.

Estromissione degli immobili dell'impresa individuale senza proroga

Entro il 31 maggio 2020 - ma con effetti dall'1 gennaio 2020 - gli imprenditori individuali hanno tempo per "trasferire" nella propria sfera individuale quegli immobili che oggi fanno parte del compendio aziendale. La possibilità, con agevolazioni ai fini delle imposte dirette, è offerta dall'articolo 1, comma 690, legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di bilancio 2020) che riapre i termini. L'estromissione degli immobili strumentali rappresenta – in generale - un'ipotesi di destinazione al consumo personale o familiare dell'imprenditore o a finalità estranee all'esercizio dell'impresa con l'effetto di determinare una plusvalenza imponibile pari alla differenza tra il valore normale dell'immobile estromesso e il suo costo non ammortizzato.

COMMENTI

IVA

Iva, sospensione di adempimenti e versamenti

La nuova proroga dei pagamenti Iva del Decreto «Rilancio» si aggiunge ai chiarimenti della circolare n. 11/E del 6 maggio 2020. Molte conferme rispetto alle indicazioni desumibili dalle precedenti emanate prima della conversione del decreto «Cura Italia» e alcuni approfondimenti sulle conseguenze delle sospensioni. Ulteriore proroga al 30 settembre 2020 per l'adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici.

Atti tributari, nuovi termini di impugnazione

Il Dl "Rilancio" ha segnatamente modificato l'attuale situazione dei termini processuali tributari. Le nuove previsioni, non di semplice comprensione ed applicazione, devono coordinarsi con le norme introdotte in questi ultimi mesi in occasione dell'emergenza sanitaria. Occorre così una mappatura dettagliata delle tipologie di atti impositivi al fine di comprendere sia la data per l'eventuale pagamento, sia quella per la proposizione del ricorso. Peraltro, il nuovo decreto non interviene sugli altri termini processuali, i quali quindi dovranno considerare solo la sospensione introdotta dal Dl "Cura Italia".

loader