RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Contributo a fondo perduto per imprese e professionisti

Il decreto Sostegni disciplina la concessione di un contributo a favore dei titolari di partita Iva (imprese e lavoratori autonomi) maggiormente danneggiati dal perdurare della crisi sanitaria. Per ottenere questo contribut, con accredito diretto sul c/c o sotto forma di credito d'imposta, è necessario presentare un'istanza telematica, redatta secondo il modello approvato dalle Entrate con un recente provvedimento. L'invio va effettuato nel periodo 30 marzo-28 maggio 2021.

IVA

Conservazione fatture, registri e precompilata Iva, novità

Per rispondere alle esigenze legate al perdurare della crisi sanitaria, il Decreto Sostegni ha prorogato la messa a disposizione di registri Iva, comunicazioni delle liquidazioni periodiche e dichiarazione annuale Iva precompilati, oltre a rinviare il termine per la conservazione elettronica delle fatture. In particolare, la dichiarazione Iva precompilata riguarderà le operazioni effettuate dal 2022, mentre i registri Iva e le LIPE precompilati partiranno dal 1° luglio 2021. I documenti elettronici relativi al 2019 devono essere conservati entro il 10 giugno 2021. E', inoltre, differita di un anno la decorrenza dell'obbligo di segnalazione, previsto dal Codice della crisi d'impresa a carico dall'agenzia delle Entrate, nei casi di mancato versamento di Iva.

Bonus capitalizzazioni, al via i modelli per le istanze

Al fine di incentivare il rafforzamento patrimoniale delle imprese che hanno subito riduzioni dei ricavi a causa dell'emergenza Covid, il Decreto Rilancio ha previsto un credito d'imposta del 20% per i conferimenti in denaro per l'aumento del capitale sociale di società di capitali (credito d'imposta «investitori») e un credito d'imposta commisurato alle perdite delle medesime società (credito d'imposta «società»). Al fine di fruire di tali bonus va inviata un'apposita istanza, che contiene i dati per calcolare il credito spettante. L'invio decorre dal 12 aprile 2021 per i soci e dal 1° giugno 2021 per le società.

Investimenti al Sud, nuovo modello di comunicazione

Per la fruizione del credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei Comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (ZES), l'agenzia delle Entrate, con il Provvedimento del 9 marzo 2021, ha approvato il nuovo modello utilizzabile dal 31 marzo 2021. Le modifiche al modello di Comunicazione e alle relative istruzioni si sono rese necessarie in quanto le leggi di Bilancio 2020 e 2021 hanno prorogato l'agevolazione che riconosce il bonus per gli investimenti nei luoghi menzionati sino al 2022.

COMMENTI

Stralcio delle cartelle, vale il limite dei 30mila euro

Con l'approvazione del Decreto Sostegni (Dl 41/2021) sono state introdotte importanti novità in materia di riscossione, tra cui la proroga della sospensione dei termini di pagamento delle somme derivanti da cartelle di pagamento e da atti di accertamento esecutivi, la posticipazione dei versamenti delle rate delle definizioni agevolate, la proroga della notifica delle cartelle di pagamento, la cancellazione dei ruoli di importi ridotti affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 e la previsione di una "sanatoria" sugli avvisi bonari.

Cig, blocco dei licenziamenti e contratti a termine, novità

Il decreto Sostegni contiene importanti risorse a sostegno del lavoro e dei livelli occupazionali. Si segnala la nuova proroga degli ammortizzatori sociali, attuata in misura differenziata in relazione alle varie tipologie di trattamenti, la conferma del blocco dei licenziamenti, sia pure con alcune temperanze, la proroga per tutto il corrente anno delle deroghe alla disciplina dei contratti a termine ed un corposo rifinanziamento del Fondo per l'esonero dai contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti.

Cedolare secca anche con canone ridotto per Covid

Il regime della cedolare secca vale anche in presenza di una clausola dell'accordo territoriale sulle locazioni abitative secondo la quale, in caso di sottoscrizione di un contratto con riduzione obbligatoria del canone massimo, spettano al locatore le agevolazioni Imu per il periodo in cui sussiste la riduzione del canone (risposta a interpello 9.3.2021, n. 165/E). Non rileva la circostanza che la clausola sia inserita direttamente all'interno del contratto oppure in un'autonoma scrittura privata da firmare e registrare contemporaneamente al contratto di locazione.

Trasformazione impropria di società e ditte individuali

La facoltà di "trasformare" una società in un'impresa individuale, ovvero l'opposta possibilità di trasformare un'impresa individuale in società, si qualifica rispetto alle ordinarie trasformazioni societarie in quanto non si tratta di una semplice modifica statutaria, ma di far sorgere od estinguere l'ente societario, in ogni caso mantenendo l'esercizio dell'attività di impresa (che anziché svolgersi in forma individuale viene a svolgersi in forma societaria, o viceversa).

Responsabilità degli enti giuridici e reati tributari

Il Dlgs 231/2001 ha introdotto nell'ordinamento domestico la disciplina della responsabilità delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica. Nel corso di Telefisco 2021, a seguito delle risposte fornite dalla Guardia di finanza, è stato chiarito che in presenza di un reato tributario, oltre alla denuncia al rappresentante legale, l'operatore di polizia giudiziaria è tenuto a segnalare all'Autorità giudiziaria anche la posizione del soggetto collettivo, ai fini dell'accertamento dell'eventuale responsabilità amministrativa.

loader