RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Come versare Irpef e Ires, saldo 2020 e acconti 2021

Entro il 30 giugno 2021 va effettuato, utilizzando il modello F24, il versamento del saldo 2020 e dell'eventuale primo acconto previsto per il 2021 delle imposte dirette (Irpef, Ires e Irap). Data la situazione emergenziale vissuta nel corso del 2020, il legislatore potrebbe intervenire con un provvedimento d'urgenza per «alleggerire» il carico dei contribuenti, in relazione ai termini di versamento.

Affitti non percepiti, quando la tassazione è esclusa

Se per i redditi derivanti da contratti di locazione non abitativa opera la tassazione secondo il principio di competenza, a prescindere quindi dall'effettivo incasso dei canoni, per quelli derivanti da contratti di locazione abitativa opera la tassazione secondo il principio di cassa: se i canoni non sono stati percepiti, non concorrono a formare il reddito se non nel momento dell'incasso. In particolare, per non dichiarare i canoni non percepiti, non occorre più attendere la convalida di sfratto, ma è sufficiente aver effettuato l'intimazione di sfratto per morosità o l'ingiunzione di pagamento.

COMMENTI

Conversione di Dta in crediti d'imposta, proroga

Il Decreto Sostegni-bis riapre la possibilità, per chi cede crediti scaduti da oltre 90 giorni, di convertire le DTA relative a perdite ed eccedenze Ace in crediti d'imposta. La norma, scaduta al 31 dicembre 2020, viene ora estesa alle cessioni di crediti effettuate entro la fine del corrente anno 2021. La proroga dovrebbe consentire all'agenzia delle Entrate di fornire adeguate istruzioni che chiariscano i notevoli dubbi applicativi generati dalla disposizione.

Fiscalità locale, le novità dei decreti "Sostegni"

I recenti decreti Sostegni (Dl 41/2021 convertito in legge 69/2021 e Dl 73/2021) hanno introdotto rilevanti novità in materia di fiscalità locale, prevedendo in particolare l'esonero dal versamento della prima rata Imu per gli immobili posseduti da titolari di partita Iva che hanno subìto restrizione per via del Covid-19. È stata inoltre risolta la diatriba sull'efficacia delle richieste di uscita dal servizio rifiuti da parte delle utenze non domestiche, facoltà prevista dal Dlgs 116/2020 sull'economia circolare, introducendo poi misure agevolative Tari in favore delle attività economiche interessate dalle restrizioni. Altre novità riguardano l'esonero per diverse attività dal canone unico patrimoniale (che da quest'anno sostituisce la Tosap), la riscossione coattiva e l'imposta di soggiorno.

Crediti post fallimento non compensabili con vecchi debiti

L'agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 302, ha ritenuto che i crediti fiscali sorti durante la procedura concorsuale non possono essere richiesti a rimborso e compensati con i relativi debiti iscritti a ruolo derivanti da operazioni poste in essere in un periodo antecedente alla procedura stessa. Infatti, si pone un divieto di compensazione dei crediti della massa fallimentare con i debiti del fallito. L'Amministrazione ha condiviso la soluzione prospettata dal contribuente che, ritenendo non compensabili i rispettivi crediti-debiti, non ha neppure ritenuto applicabili gli istituti gli articoli 23, comma 1, del Dlgs 472/1997 e 28-ter del Dpr 602/1973.

loader