RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Rivalutazioni dei beni nel modello Redditi 2021

Le rivalutazioni dei beni d'impresa previste dai Decreti Liquidità e Agosto dell'anno scorso richiedono l'indicazione dei relativi dati nei modelli Redditi 2021, al fine del loro perfezionamento. In particolare, tutti i modelli dichiarativi riportano il prospetto nel quadro RQ dove indicare le rivalutazioni effettuate (i maggiori valori assoggettati alle imposte sostitutive, per la rivalutazione dei beni e per l'affrancamento del saldo attivo, e le imposte stesse). E' previsto anche l'obbligo di segnalazione nel quadro RS, per dare conto da parte delle società di capitali della natura delle riserve costituite, e nel quadro RV, per indicare l'eventuale disallineamento di valori.

Contributi previdenziali, come compilare il quadro RR

Il quadro RR del modello Redditi PF 2021 va compilato dalle imprese individuali iscritte alla Gestione IVS Artigiani e Commercianti e dai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata Inps per indicare i dati necessari per la liquidazione dei contributi previdenziali dovuti. Si ricorda che per il versamento di saldo e acconti di questi contributi valgono gli stessi termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi.

COMMENTI

IVA

Soggettività Iva degli enti pubblici

Ai fini della possibilità di non applicare l'Iva in relazione alle attività aventi natura pubblica occorre che tali attività siano poste in essere da un ente pubblico nonché che quest'ultimo agisca nella veste di pubblica autorità. Sono tuttavia previste delle deroghe alla non applicazione dell'imposta laddove sussistano dei rischi di distorsione della concorrenza, effettivi o potenziali. Dette caratteristiche di natura soggettiva rilevano inoltre anche ai fini della detrazione dell'imposta.

Redditometro, il ritorno dell'accertamento sintetico

Arriva il nuovo redditometro per la determinazione sintetica dei redditi delle persone fisiche relativi agli anni d'imposta 2016 e seguenti. Tutte le modalità e novità in materia sono previste dal Mef nello schema del decreto «in consultazione» fino al 15 luglio 2021. Un intervento normativo arrivato puntuale, visto che il redditometro è di fatto sospeso, in seguito alle indicazioni del decreto Dignità che aveva abrogato il Dm 16 settembre 2015, stabilendo che le disposizioni in esso contenute cessavano di avere efficacia per i periodi d'imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2015.

Espropriazione forzata e sospensione feriale

La Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 11604/2021, ha stabilito che il termine dilatorio di 60 giorni concesso all'ente della riscossione per procedere all'espropriazione forzata non è soggetto alla sospensione feriale. Ciò perché, secondo un'interpretazione costituzionalmente orientata, la nozione di «termine processuale» non può ritenersi limitata all'ambito del compimento degli atti successivi all'introduzione del processo, dovendo invece estendersi anche ai termini entro i quali lo stesso deve essere instaurato quando la proposizione della domanda costituisca l'unico rimedio per la tutela del diritto che si assume leso.

loader