RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

IVA

Dichiarazione Iva 2021 e versamento del saldo 2020

Le novità normative volte a fronteggiare l'emergenza economico-sanitaria trovano spazio nella dichiarazione Iva 2021, relativa all'anno 2020. Prima fra tutte, la sospensione dei versamenti disposta a più riprese dai Dl 18/2020, 23/2020 e 137/2020. Si ricorda che il modello Iva 2021 dev'essere presentato in forma autonoma e in via telematica entro il 30 aprile 2021, mentre il versamento dell'Iva a saldo risultante dalla stessa dichiarazione dev'essere effettuato entro il 16 marzo 2021.

Certificazione Unica, novità del modello 2021

E' stato approvato il modello di Certificazione Unica 2021, con le relative istruzioni, completo del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro CT. Il termine di invio telematico alle Entrate e di consegna al percipiente (sostituito) coincide con il 16 marzo 2021 (2 novembre 2021, se la CU 2021 contiene solo redditi esenti o non dichiarabili con il modello redditi precompilato). Tra le novità di quest'anno è incluso il nuovo trattamento integrativo dei redditi di lavoro dipendente e taluni redditi assimilati di cui al Dl 3/2020, spettante a partire dall'1 luglio 2020.

Modello 730, riduzione del cuneo fiscale e misure anticrisi

Il modello 730/2021, da utilizzare per la dichiarazione dei redditi conseguiti nel 2020, presenta diverse novità, tra le quali le nuove detrazioni per lavoro dipendente finalizzate alla riduzione del cuneo fiscale (bonus Irpef e trattamento integrativo), le misure agevolative per interventi sugli immobili (Superbonus 110% e bonus facciate) e l'obbligo della tracciabilità dei pagamenti al fine della detrazione di alcuni oneri. Si ricorda che il modello precompilato sarà reso disponibile sul sito dell'agenzia delle Entrate a partire dal 30 aprile 2021.

COMMENTI

Notifica delle cartelle, proroghe dei termini

L'emergenza Covid-19 ha imposto una serie di proroghe (da ultimo quelle di cui al Dl 7/2021) in merito alla notifica di atti impositivi e di cartelle di pagamento. Inoltre, relativamente agli istituti della rottamazione-ter e del saldo stralcio, la conversione del Decreto Ristori ha previsto la proroga del pagamento di tutte le rate in un'unica soluzione entro il 1° marzo 2021. Infine, al fine di razionalizzare la rateizzazione dei versamenti, per tutte le istanze presentate dal 30 novembre 2020 e per tutto il 2021 è innalzata la soglia oltre la quale è necessario per il debitore documentare la propria temporanea situazione di difficoltà economica.

Affrancamenti di valore di terreni e partecipazioni

La Legge di bilancio 2021 offre nuovamente ai contribuenti che detengono - al 1° gennaio 2021 - terreni e partecipazioni non quotate al di fuori del reddito d'impresa l'opportunità di operare l'affrancamento di valore ai fini dell'imposizione diretta, versando entro il prossimo 30 giugno un'imposta sostitutiva dell'11% sul valore del bene determinato da una perizia di stima asseverata da soggetto qualificato entro la medesima data del 30 giugno. Nel tempo si è stratificato un ampio panorama di interpretazioni dell'Amministrazione finanziaria, spesso collegate ad interventi della giurisprudenza di legittimità.

Bonus affitti e indennità di occupazione sine titulo

Con la risposta a interpello n. 34/2021, l'agenzia delle Entrate spiega che è possibile fruire del bonus affitti previsto dall'articolo 28 del Dl 34/2020, come da ultimo integrato dalla Legge di bilancio 2021, per l'indennità di occupazione versata per un immobile ad uso non abitativo occupato senza titolo a seguito della cessazione di un contratto di locazione.

loader