RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

IVA

Intrastat 2022, come compilare i modelli

I nuovi modelli Intrastat vanno utilizzati per comunicare dati di natura fiscale e statistica. Dal 2022 vanno indicate nei modelli le movimentazioni di beni in regime di call-off stock, come recepite dal Dlgs 192/2021. La movimentazione dei beni nell'ambito del regime call-off stock richiede l'annotazione in un apposito registro, tenuto ai sensi dell'articolo 50, comma 5, Dl 331/1993. La movimentazione va segnalata nel nuovo modello INTRA-1 sexies.

COMMENTI

Sconti ai dipendenti, non imponibilità

Con la risposta ad interpello 25 marzo 2022, n. 158, l'agenzia delle Entrate torna ad occuparsi dell'imponibilità degli sconti praticati da un'azienda ai propri dipendenti per l'acquisto di prodotti commercializzati nei propri punti vendita confermando l'indirizzo, ormai consolidato nella prassi, che ne esclude l'assoggettabilità a tassazione purché nel rispetto di taluni requisiti.

Derivati "speculativi" alla prova di Ias/Ifrs

Con due recenti risposte ad interpello (nn. 114 e 116 del 15 marzo 2022), l'agenzia delle Entrate ha avuto modo di esprimersi sul trattamento fiscale che i soggetti Ias/Ifrs adopter dovrebbero riservare ai contratti derivati non di copertura (opzioni "put" stipulate con soci di società "target", in entrambi i casi). Dal confronto tra le due risposte si traggono in particolare dei profili applicativi correlati alla distinzione relativa al fatto che i contratti derivati siano stati stipulati da un operatore già Ias/Ifrs adopter o che lo diventi solo in seguito alla stipula di simili strumenti (con conseguente contabilizzazione degli stessi in sede di "first time adoption").

IVA

Sportello Unico come perno degli scambi intra-Ue

Lo Sportello Unico Iva costituisce una misura di semplificazione, attraverso la quale i fornitori che operano nella Ue hanno la possibilità di utilizzare un portale web nello Stato in cui sono identificati per dichiarare e pagare l'Iva esigibile in altri Stati membri senza la necessità di doversi registrare ai fini dell'imposta in tutti gli Stati di fornitura. A partire dal 1° luglio 2021, tale misura di semplificazione, precedentemente applicabile solo per i servizi di telecomunicazione, di tele-radiodiffusione ed elettronici, è stata estesa a tutti i tipi di servizi nonché alle vendite a distanza intra-Ue di beni e alle vendite a distanza di beni importati da Paesi terzi.

Variazione anagrafica, decorrenza dell'efficacia

In tema di notificazioni degli atti tributari da parte dell'agenzia delle Entrate, la variazione di indirizzo ha efficacia decorsi trenta giorni dall'invio della comunicazione da parte del contribuente. Non rileva, pertanto, il giorno in cui il funzionario comunale competente perfeziona l'adempimento amministrativo previa annotazione della variazione anagrafica nell'apposito registro. Non avrebbe senso subordinare la decorrenza di un termine dilatorio di cui all'articolo 60, comma 1, lett. c) del Dpr 600/1973 all'espletamento di un adempimento meramente amministrativo riconducibile al funzionario comunale, consistente nell'annotazione della nuova residenza nel registro anagrafico comunale. È quanto ha disposto la Corte di Cassazione nella sentenza n. 41137/2021.

loader