RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Imposte dirette, versamenti a saldo 2021 e acconti 2022

Entro il 30 giugno 2022 va effettuato, utilizzando il modello F24, il versamento del saldo 2021 e dell'eventuale primo acconto previsto per il 2022 delle imposte dirette (Irpef, Ires e Irap). L'obbligo è posto in capo anche ai soggetti tenuti a versare imposte sostitutive di quelle citate, come i soggetti in regime forfettario di cui all'articolo 1, commi 54 e seguenti, legge 190/2014, in regime di vantaggio (o contribuenti minimi) di cui all'articolo 27, Dl 98/2011, nonché coloro che sono tenuti al versamento della cedolare secca per i redditi da locazione di fabbricati ad uso abitativo (Dlgs 23/2011) e i titolari di cespiti all'estero (Ivie, Ivafe).

IVA

Forfettari, e-fattura dal 1° luglio 2022

Dal prossimo 1° luglio 2022 è stato esteso l'obbligo di fatturazione elettronica anche ai titolari di partita Iva in regime forfettario, finora esclusi. A prevederlo è l'articolo 18 del Dl 36/2022. Con la novità in esame dal 1° luglio 2022 prevede l'obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti forfettari, i soggetti in regime di vantaggio e le associazioni sportive dilettantistiche, che nell'anno precedente abbiano conseguito ricavi ovvero percepito compensi, ragguagliati ad anno, superiori a 25mila euro. Per tutti gli altri, ovvero le micro-partite Iva che non raggiungono la predetta soglia, la fatturazione elettronica diverrà obbligatoria dal 1° gennaio 2024.

Imprese energivore, tax credit contro il caro bollette

A motivo dell'impennata dei costi dell'energia (in particolare energia elettrica e gas naturale) sono stati previsti alcuni crediti d'imposta, a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti. L'agenzia delle Entrate è intervenuta con un documento interpretativo (Cm 13 maggio 2022, n. 13/E) emanato prima del rafforzamento della misura di sostegno ad opera del Decreto Aiuti (Dl 17 maggio 2021, n. 50). In particolare, i chiarimenti riguardano l'ambito soggettivo e oggettivo del bonus, l'utilizzo del bonus in compensazione tramite il modello F24 o la cedibilità dei crediti d'imposta.

COMMENTI

Rivalutazione, effetti sul bilancio 2021

L'Organismo Italiano di Contabilità ha approvato la versione definitiva del Documento interpretativo n. 10 che disciplina gli effetti contabili delle norme introdotte dall'articolo 1 della legge 30 dicembre 2021, n. 234 commi 622, 623, 624 e 624-bis. Il Documento illustra le conseguenze, per le società che redigono il bilancio d'esercizio in base alle norme del Codice civile, delle modifiche apportate dalla Legge di bilancio 2022 con la facoltà di integrare i versamenti dovuti per mantenere il periodo di ammortamento a 18 anni o di revocare, anche civilisticamente, la rivalutazione.

Imprese sociali, al via i controlli ispettivi

Gli enti in possesso della qualifica di impresa sociale, compresi quelli in scioglimento volontario o in concordato preventivo, ad eccezione di quelli sottoposti alla gestione commissariale o alle altre procedure concorsuali, sono soggetti ai controlli stabiliti da un apposito decreto del ministero del Lavoro. Il decreto definisce le forme, i contenuti e le modalità dell'attività ispettiva sulle imprese sociali, nonché il contributo per l'attività ispettiva da porre a loro carico e l'individuazione dei criteri, dei requisiti e delle procedure per il riconoscimento degli enti associativi tra le imprese sociali, e le forme di vigilanza su tali enti da parte dello stesso ministero. Resta comunque prerogativa del ministero dello Sviluppo economico la vigilanza sulle imprese sociali costituite in forma di società cooperativa.

loader