RUBRICHE

GLI ADEMPIMENTI DELLA SETTIMANA

Sconto in fattura, riaddebito di oneri finanziari

Se il professionista, che appone il visto di conformità e che pratica sulle relative spese lo sconto in fattura, richiede al cliente il pagamento di un onere finanziario per l'attualizzazione del credito acquisito, tale ulteriore corrispettivo rientra nei compensi connessi alla prestazione professionale. Pertanto va assoggettato alla tassazione prevista per i redditi di lavoro autonomo e concorre a formare la base imponibile ai fini Iva (nel caso, scontando l'imposta con aliquota ordinaria).

Spese legali e onorari, applicazione della ritenuta

La ritenuta alla fonte va operata anche quando il compenso è corrisposto per prestazioni di lavoro autonomo rese a terzi o nell'interesse di terzi, ossia al di fuori del sinallagma commissione-prestazione, a favore di un committente non esecutore del pagamento. Ne discende che lo status di sostituto d'imposta è attribuito a chiunque corrisponda compensi per prestazioni professionali, anche se l'adempimento del pagamento è disposto in modo coattivo in base a sentenza di condanna. Il sostituto d'imposta, però, prima di effettuare il pagamento ad un legale non distrattario, dovrà recuperare idonea documentazione attestante che le somme erogate non siano riferita al pagamento di prestazioni di lavoro autonomo.

COMMENTI

Runts, trasmigrazioni e nuove iscrizioni in corso

Chiarimenti da parte del ministero del Lavoro in materia di Terzo settore in merito al popolamento del Runts anche in riferimento ai soggetti in possesso della personalità giuridica o che intendono richiederla. La circolare 9/2022, integrata dalla nota 34/9184/2022, fornisce inoltre indicazioni sulla trasmigrazione dei dati delle OdV e delle APS nel Runts e sul procedimento di verifica dei requisiti per l'iscrizione nello stesso Registro previsto dall'articolo 54 del Dlgs 117/2017.

IVA

Credito Iva da rimborsare a società extra-Ue

Con la risposta ad interpello n. 278/2022, l‘agenzia delle Entrate ha negato ad una società svizzera (soggetto extra-Ue) di cedere il proprio credito Iva – chiesto a rimborso – a favore di un terzo, siccome può essere oggetto di cessione il solo credito Iva risultante dalla dichiarazione Iva annuale o infrannuale (Modello Iva TR). L'Ufficio ha sottolineato che in assenza di un'espressa previsione normativa non sarebbe possibile estendere a crediti diversi da quelli indicati la salvaguardia prevista dall'articolo 5, comma 4-ter, Dl 70/1988 volta ad ammettere la ripetizione anche nei confronti del cessionario delle somme rimborsate – peraltro senza alcuna garanzia – laddove le stesse dovessero essere in un momento successivo recuperate perché non spettanti.

Social bonus, recupero di beni inutilizzati al via

Social bonus quale strumento per il finanziamento degli enti del Terzo settore (Ets) che intendono recuperare beni immobili pubblici inutilizzati o confiscati alla criminalità organizzata. Con la pubblicazione del Dm n. 89 del 23 febbraio 2022, il ministero del Lavoro fornisce ulteriori dettagli per la completa attuazione della misura agevolativa prevista dal Codice del Terzo settore a cui gli Ets dovranno prestare particolare attenzione. Il Decreto, infatti, delinea non solo l'ambito oggettivo e soggettivo ma anche la procedura di selezione dei progetti finanziabili nonché adempimenti e controlli a cui gli Ets saranno tenuti.

IMU

Esenzione prima casa, società di persone escluse

Con l'ordinanza n. 18554/2022 la Cassazione ha stabilito che l'agevolazione Imu prevista per l'abitazione principale non è applicabile alle società di persone ma solo alle persone fisiche. Ciò in quanto la titolarità dei beni non è in capo ai soci, ma alla società, a fronte di una disciplina di esonero dell'abitazione principale riferita alla persona fisica e non ad una persona giuridica, trattandosi peraltro di un soggetto giuridico diverso dai soci. I principi di diritto enunciati devono ritenersi applicabili anche alle agevolazioni Imu previste dalla normativa Covid-19, negando l'esonero alle attività ricettive gestite da società di persone che le esercitano in immobili posseduti dai soci persone fisiche.

Valutazione d'azienda, lo stato dell'arte

Con l'introduzione dei Principi italiani di valutazione (Piv), avvenuta da parte dell'Organismo italiano di valutazione (Oiv). è stato pubblicato un set di best practice in ambito valutativo. I professionisti hanno iniziato ad utilizzare i principi nelle loro perizie, nella consapevolezza che si tratta di una sintesi della migliore prassi e dottrina in ambito valutativo e però, al tempo stesso, un "metro di misura" con cui valutare la qualità delle stime. La sfida è lanciata. Vediamo lo stato dell'arte.

loader